Giro d’Italia Under 23 Enel 2017, oggi la prima tappa: Imola – Imola di 131,7 km

La città sulle rive del Santerno ospita la Prima della competizione. Tappa adatta ai passisti veloci.

Il giro d’Italia Under 23 Enel riparte dopo 5 anni e lo fa con una tappa con arrivo e partenza da una città in cui si respira da sempre bicicletta: Imola. C’è grande attesa in città per la “Prima” del giro Under 23. A dare il via alla gara il più grande ciclista di tutti i tempi, Eddy Merckx che ha ricevuto ieri sera il Grifo Città di Imola dall’amministrazione comunale.

È un legame antico, fatto di forte passione, quello che unisce Imola e il ciclismo. Basti pensare al Campionato del Mondo del 1968 corso sul circuito dei Tre Monti, vinto da Vittorio Adorni, alle tante edizioni della Coppa Placci, agli arrivi del Giro d’Italia nel 1992 e nel 2015, al Campionato Italiano 2009. Una passione vissuta da centinaia di cicloamatori, oltre che da migliaia di persone che ogni giorno usano la bicicletta per i propri spostamenti.

Ricognizione di tappa con Davide Cassani

Percorso
Tappa per passisti veloci
, i primi 65 km sono completamente pianeggianti, poi da Castel San Pietro Terme inzia un lungo tratto in falsopiano che porta i corridori all’inizio della prima salita del Giro, trattasi di una salita breve con il primo GPM a Sassoleone. Da Sassoleone verso Imola, il percorso collinare è pressochè tutto in discesa. Nella parte finale della tappa, i corridori dovranno affrontare la salita dei Tre Monti. La parte finale della tappa è molto tortuosa attraversando tutta la città di Imola.

ULTIMI KM
Ultimi 3 km perfettamente pianeggianti, caratterizzati da una serie di rotatorie, curve e sparti traffici.L’ultima rotatoria con strettoia si trova a 1100 mt dall’arrivo. L’ultima curva immette nel rettilineo di arrivo in asfalto di 400 mt (larghezza 6,5 mt)

INFO UTILI
Foglio firma: Viale Saffi (Rocca Sforzesca), ore 11.10 – 12.40
Quartier Tappa: CIRCOLO BOCCIOFILA – Viale Aurelio Saffi, 50 Distanza dall’arrivo 700 mt
Incolonnamento e trasferimento al km 0, ore 12.50. Arrivo previsto 15.50.

IMOLA
Storia, arte e cultura – Fondata dai Romani nel 279 a.C. col nome di Forum Cornelii, la città conserva ancora in modo evidente lo schema viario tipico di fondazione romana, con l’incrocio fra il decumano (via Emilia) e il cardo (via Appia – via Mazzini) presso il quale sorgeva l’antico foro. Imola è l’unica città al mondo ad avere la mappa disegnata da Leonardo da Vinci, che fu a Imola nel 1502, al seguito di Cesare Borgia. La mappa è conservata a Windsor, di proprietà della collezioni della famiglia reale inglese.

Fra gli edifici storici di maggior pregio da segnalare la Rocca sforzesca, la cattedrale di S. Cassiano, Palazzo Tozzoni, i musei civici di San Domenico, con le Collezioni d’Arte della città e il Museo Giuseppe Scarabelli, il Museo Diocesano, il campanile di santa Maria in Regola, la farmacia dell’Ospedale, la chiesa di San Domenico. Cuore della città è Piazza Matteotti, sulla quale si affacciamo il palazzo comunale e il quattrocentesco Palazzo Riario Sforza, oggi Sersanti. Tra verde e piste ciclabili – Sono circa 80 i chilometri di piste ciclabili che attraversano la città, alcune delle quali dedicate a campioni del ciclismo, quali quella per Diego Ronchini, per Coppi e Bartali, per Luciano Pezzi e per Antonio Placci.

Ufficio Stampa Giro d’Italia Under 23 Enel