Tappa 4

Buonconvento (SI) –  Monte Amiata (SI) – Lunedì 17 giugno 2019

E’ ancora e solo la Toscana al proscenio di questa quarta tappa, altimetricamente assai impegnativa, con arrivo in decisa salita. Oltre 163 km. Con circa m. 3500 di dislivello. Numeri eloquenti nella loro enunciazione che lasciano facilmente presagire che quest è sicuramente una tappa che lascerà un segno profondo nella classifica generale del Giro d’Italia under 23 2019.

La partenza è da Buonconvento, sempre in provincia di Siena, nel circondario che forma con altri comuni il territorio noto come “Crete senesi”, per la formazione argilllosa del terreno con caratteristico colore grigio-azzurro, con colline brulle e dolcemente ondulate, calanchi, balze e le “biancane” tipiche della zona, alberi solitari e poderi. E’ nella valle dell’Ombrone, alla foce del fiume Arbia, lungo la via Cassia e rientra fra i borghi più belli d’Italia. E’ il centro di riferimento della val d’Arbia, con Il borgo, racchiuso da mura, che conserva la sua caratteristica struttura trecentesca. Conta diversi edifici religiosi di pregio, così come ville e i castelli di Bibbiano e Castelrosi.

Il Monte Amiata è un antico vulcano, ormai spento, con rocce e laghetti di origine vulcanica. La vetta è  quota m. 1738 mentre il traguardo è posto a quota m. 1653. In condizioni ambientali favorevoli, soprattutto in terse giornate invernali, è possibile gustare un ampio panorama sulla quasi totalità delle vette appenniniche settentrionali e centrali, delle città di Grosseto, Siena, Arezzo e Viterbo, sul lago Trasimeno e quello di Bolsena. In direzione del Mar Tirreno si scorgono buona parte dell’Arcipelago Toscano con l’isola d’Elba, il monte Argentario e la Corsica.

I villaggi di Arrivo e Partenza

Buonconvento

I passaggi della tappa nelle città

Monte Amiata

I passaggi della tappa nelle città

Tabella Oraria