TAPPA 8 2020

8° TAPPA | SABATO 5 SETTEMBRE
APRICA - APRICA

Dopo l’esaltante esperienza del 2019, che ha dimostrato lo spettacolo che una Doppia scalata del Mortirolo è in grado di offrire, la lotta per la maglia Rosa Enel del Giro d’Italia Under 23 anche nel 2020 si deciderà sulle strade del mitico Mortirolo, che nel 1994 lanciò al Giro d’Italia il giovane Marco Pantani.

Aprica ospita partenza e arrivo dell’ottava e ultima tappa del Giro Under 23 di 120,9 km non c’è un metro di pianura e il dislivello è il più impegnativo, con ben 3.500 metri di dislivello. Sarà sicuramente la giornata decisiva, con partenza e arrivo all’Aprica, sede di arrivo di tappa anche al Giro Giovani 2019.

Il via è in discesa fino a Tresenda, poi si sale subito al GPM di 2a categoria di Teglio (salita di 7,4 km, pendenza media 6,5%); dopo la discesa si sale subito fino a Carona (salita di 10 km, pendenza media 6,9%), oltre 1.000 metri di dislivello per il secondo GPM di 2a categoria di giornata. Di nuovo in picchiata verso Tirano, dove è previsto l’Intergiro, poi dal versante di Mazzo si scala l’atteso Passo del Mortirolo, con pendenze che toccano il 18% e che portano in 12,5 km a toccare i 1854 metri di dislivello (pendenza media 10,4%). Discesa verso Monno e Edolo: a quel punto si torna a salire verso Corteno Golgi e il traguardo di Aprica con 14 km di salita (pendenza media al 3,5% e punte oltre il 10%), a conclusione della tappa che incoronerà il vincitore del Giro d’Italia Under 23.  Sfida e palcoscenico per i talenti italiani internazionali del ciclismo U23: nel 2019 la maglia Rosa Enel è andata al comombiano Camilo Ardila. Tutti gli atleti saliti sul podio del Giro U23 negli ultimi tre anni, da quando l’organizzazione Nuova Ciclistica Placci 2013-Communication Clinic ha rilanciato la corsa, corrono oggi in formazioni World Tour.

Vivi il percorso in 3D

Il villaggio di partenza

Il villaggio di arrivo

Con il supporto di